Il sito è in lavorazione. Ci scusiamo di eventuali inconvenienti.

Il libro italiano nel mondo

FictionLibri

La stanza dei canarini (The canary room)

La stanza dei canarini (The canary room)

Ebook:
Disponibile

Il cammino di una ragazza per accettare e far accettare la propria identità. Il romanzo di un amore difficile.

Incredibile come un’infanzia tutta promesse possa sfumare in un’adolescenza tormentosa e tormentata, un’afflizione per sé e per gli altri. Ma Giulia è stata una bambina facile e contenta solo in apparenza: la sua identità mutevole era già viva allora, dolorosamente viva. E gli anni di mezzo, quando il corpo sfugge al controllo e la mente lo segue, acuiscono la sua fatica nel farsi posto nel mondo per quello che è.

Poi l’incontro con Adele, vicepreside e professoressa al liceo, una donna indipendente, matura, che “abita gli spazi come la luce del mattino”. Per Giulia è da subito l’unica, la forma dell’amore atteso e sognato, da far vero ad ogni costo. Ci vorrà tempo, tempo e pazienza, prima che Adele ceda all’assedio irresistibile di Giulia; e bisognerà rispettare le convenienze, essere caute, astute, delicate, per poter diventare se stesse insieme nonostante le famiglie, la scuola, la cornice opprimente di una piccola città. Dopo, a Roma, tutto è un po’ più facile.

Ma il tempo separa, si fa nemico, incalza. La storia di un amore arduo e ardito, un esordio onesto fino alla ferocia.

Genere: Narrativa

Soggetto: Geografia / Ambiente / Territorio

Casa editrice:

Bompiani

Anno di pubblicazione: 2020

Luogo di pubblicazione: Milano

Numero di pagine: 256

Prezzo: 16 euro

ISBN: 9788830101449

Diritti stranieri: Foreign Rights: Manuela Melato - m.melato@giunti.it

Scarica Testo campione
La stanza dei canarini (The canary room)

Giulia Contini

Giulia Contini ha trentasette anni e ha vissuto la prima metà della sua vita tra il mare e la montagna, senza appartenere veramente né all’uno né all’altra. A diciannove anni si è trasferita a Roma ed è lì che ancora oggi vive, lavora, ama e cerca parcheggio. Per lei la scrittura è un mezzo per andare da A a B, come un autobus. Ha scritto La stanza dei canarini quando ha capito che non c’erano più autobus per andare dove voleva andare.

Share: