Il sito è in lavorazione. Ci scusiamo di eventuali inconvenienti.

Il libro italiano nel mondo

LibriNon-fiction

Le case che siamo

Le case che siamo

Che cosa hanno in comune le casette dei Tre Porcellini e il Cabanon 
di Le Corbusier? E Casa Farnsworth
 – la casa trasparente – costruita da
 Mies van der Rohe per una donna molto amata e gli studi del Grande Fratello? La casa è ancora il primo bene che ci fa proprietari o il giovane sogno borghese
 è finito insieme al boom? Qual è la forma delle case nell’epoca della sharing economy e della riproducibilità architettonica imposta dalle emergenze di guerra e dalle migrazioni? Che cosa ha cambiato l’Ikea nel nostro modo di immaginare non solo lo spazio, ma la vita?
 Con una lingua puntuale e accogliente
 che comincia col racconto di una casa 
vera (nella quale si può entrare) e arriva allo spazio, anche politico, da abitare
 e da ridiscutere, Luca Molinari racconta che tipo di casa siamo e siamo stati
 e che casa dovremmo o potremmo essere, e soprattutto dice perché senza casa
 non c’è architettura.

Casa editrice:

nottetempo

Anno di pubblicazione: 2016

Luogo di pubblicazione: Milano

Numero di pagine: 110

Prezzo: 10

ISBN: 9788874526024

Diritti stranieri: Maria Leonardi


Le case che siamo

Luca Molinari

Luca Molinari è critico, curatore 
e professore associato di Storia dell’Architettura Contemporanea (SUN). Scrive  per numerose riviste e quotidiani, 
oltre a tenere la rubrica di architettura 
del settimanale L’Espresso. È membro del Consiglio Superiore per i Beni Culturali
 e Paesaggistici. Ha curato il Padiglione Italiano alla XII Mostra Internazionale
 di Architettura di Venezia e le sezioni di architettura e urbanistica della Triennale di Milano del 2001-2004.

Share: