Il sito è in lavorazione. Ci scusiamo di eventuali inconvenienti.

Il libro italiano nel mondo

LibriNon-fiction

Multitasking? No, grazie (Multitasking? No, thanks.)

Multitasking? No, grazie (Multitasking? No, thanks.)

Ebook:
Disponibile

Le donne hanno davvero la capacità innata di fare più cose contemporaneamente rispetto agli uomini?

E se così fosse, perché essere fiere di una competenza tanto faticosa e svantaggiosa anziché fare meno e vivere meglio?

Illustrato magistralmente da Elena Triolo, il libro introduce alla presunta virtù – spesso considerata esclusivo patrimonio femminile – dell’agire in “multitasking”, prendendo in considerazione alcune tra le più significative teorie che lo ritengono un fattore genetico o, al contrario, una pura invenzione sociale.

Con stile ironico, brillante e diretto, Chiara Cecutti analizza gli effetti boomerang a cui si sottopongono le donne che agiscono secondo questo principio e le possibili motivazioni che portano la maggior parte di loro a praticarlo comunque, sovraccaricandosi costantemente. E, ridimensionando il mito della perfezione femminile, allerta quante si affannano ogni giorno – dedicandosi al lavoro, alla famiglia e alla casa senza delegare o chiedere aiuto – sul rischio che tale comportamento vada a discapito delle relazioni (anche di coppia), oltre che della loro salute fisica e mentale.

Genere: Manuali

Soggetto: Pratica / Auto-aiuto / Valorizzazione personale

Casa editrice:

Hoepli

Anno di pubblicazione: 2020

Luogo di pubblicazione: Milano

Numero di pagine: XII-172

Prezzo: 16,90

ISBN: 978-88-203-9459-2


Multitasking? No, grazie (Multitasking? No, thanks.)

Chiara Cecutti

Chiara Cecutti, Team Coach, Team Building Expert, Master Advanced in Programmazione Neuro-Linguistica e Master in Gestione Risorse Umane, è specializzata in “Coaching & Modeling” presso la NLP University di Santa Cruz, California. Abilitata all’insegnamento delle tecniche di self-help certificata dalla L.Hay School di San Diego e Professional Rebirther accreditata SIR, svolge abitualmente attività anche in lingua inglese.

Share: