Il sito è in lavorazione. Ci scusiamo di eventuali inconvenienti.

Il libro italiano nel mondo

LibriNon-fiction

Democrazia e buon governo

Democrazia e buon governo

Ogni democrazia, antica o moderna, subisce la tensione fra due diversi principi. Il primo è quello egalitario: è giusto che tutti i membri della comunità abbiano eguale diritto di contribuire alle decisioni comuni. Il secondo principio è quello secondo cui i regimi sono giusti solo se assicurano il bene comune (un’idea valida anche per un democratico): dal che deriva che è giusto che decidano per tutti solo i più capaci, necessariamente pochi. Scopo di questo saggio è ricostruire le argomentazioni con cui, nel mondo greco del V secolo a.C., i sostenitori della democrazia rivendicarono la validità della democrazia come forma di governo non solo ‘giusta’, ma soprattutto ‘capace di ben governare’: contro quella tradizione antidemocratica secondo cui il buon governo non poteva essere realizzato da un regime in cui il voto di un falegname, di un ciabattino, di un rozzo contadino, pesasse quanto quello di un membro delle élites. Quasi sempre i testi a nostra disposizione ci offrono solo rapidi accenni, minimi frammenti argomentativi: ma questi frammenti, messi l’uno accanto all’altro, rivelano una intima e inaspettata coerenza reciproca. Emergono così cinque ‘tesi democratiche’, fra loro interconnesse: il che conferma l’esistenza, nel mondo greco, di una ‘teoria democratica della democrazia’ volta a mostrare come il governo dei molti sia più efficace che il governo dei pochi ‘migliori’ (o sedicenti tali). Nello stesso tempo, si manifestano sorprendenti e illuminanti consonanze con il pensiero politico moderno e contemporaneo: perché, anche a distanza di millenni, problemi teorici simili conducono ad argomentazioni necessariamente simili.

Genere: Saggistica

Soggetto: Storia / Filosofia / Religione

Casa editrice:

LED Edizioni Universitarie

Anno di pubblicazione: 2021

Luogo di pubblicazione: Milano

Numero di pagine: 226

Prezzo: 32,50

ISBN: 978-88-7916-985-1

Diritti stranieri: Valeria Passerini - Tiziana Battaglia


Democrazia e buon governo

Gianfranco Mosconi

Gianfranco Mosconi (1974) è docente a contratto di Storia Greca (Università di Cassino e del Lazio Meridionale e Università della Tuscia); insegna Lettere Classiche nel Liceo ‘F. Vivona’ di Roma. Si è occupato in particolare della democrazia ateniese di età periclea e delle sue connessioni con musica ed educazione, economia e strategia militare; di struttura e significato dell’Atlantide di Platone e delle sue riprese successive; di musica e filosofia in Polibio; di pensiero politico romano.

Share: