Cerca nel catalogo

Ricerca avanzata nel catalogo dei libri di New Italian Books

Skip to content Skip to footer

UN RECENTE RESTAURO HA RESTITUITO LE «STANZE» ALL’ORIGINARIO SPLENDORE, QUI RACCONTATO CON PROFONDITÀ E ACCURATEZZA
L’OPERA DI FROMMEL, ALLA FINE DI UN LUNGO PROCESSO DI STUDIO, ASSEGNA ALLA RELAZIONE TRA RAFFAELLO E GIULIO II IL SIGNIFICATO DI UN INCONTRO UNICO NELLA STORIA DELL’ARTE
Nella seconda metà del 1508 Raffaello è a Roma, inserito dal conterraneo Bramante nei lavori di decorazione degli ambienti scelti per proprio uso da papa Giulio II; nel giro di alcuni mesi, i pittori già impegnati sul posto cedono il campo all’integrale assunzione di responsabilità di Raffaello per la decorazione degli ambienti che diventeranno le “Stanze” per antonomasia. Lo sguardo di Frommel penetra le intenzioni del pittore e rivela il messaggio delle Stanze, l’esperienza di rottura della tradizione figurativa come premessa dello sviluppo visuale che, lungo le Quattro pareti della Biblioteca papale, ricevono i temi annunciati dai medaglioni che personificano Teologia, Filosofia, Giustizia e Poesia. Giulio II desiderava consegnare ai posteri la propria visione religiosa e Raffaello era chiamato a un’ardua sfida: realizzare una complessa sintesi della visione cristiana affacciata sulla modernità. Il nucleo generatore del pensare e dell’agire è messo a fuoco nella nobile e naturale leggibilità dell’immagine, dei movimenti, nella vividezza delle fisionomie e nel progressivo arricchimento cromatico.


Frommel Christoph Luitpold

CHRISTOPH LUITPOLD FROMMEL (1933), è stato visiting professor all’Institute for Advanced Study di Princeton e alla University of California, Berkeley. Dal 1989 al 2001 è stato direttore della Biblioteca Hertziana di Roma. Grand’Ufficiale della Repubblica Italiana, premio Borghese, accademico dei Lincei, membro dell’Accademia Britannica e dell’Accademia di San Luca, membro del comitato di settore del Consiglio Superiore dei Beni Culturali per gli Istituti e le Biblioteche.