Il sito è in lavorazione. Ci scusiamo di eventuali inconvenienti.

Il libro italiano nel mondo

FictionLibri

Altro nulla da segnalare

Altro nulla da segnalare

Ebook:
Disponibile

Un testo ibrido e coinvolgente – vincitore del Premio Calvino 2021 (premio letterario per scrittori esordienti) - perfetto amalgama di documenti e narrazione creativa.

La struttura del testo risponde a un progetto articolato. C’è una premessa che spiega la genesi del libro; c’è la storia dell’infermiere Tornior, colonna del repartino, una sorta di alter ego concreto e fattivo e profondamento motivato dello psichiatra Sorrentino; c’è la storia, naturalmente, di Sorrentino, animatore inesausto dell’esperienza (ha lasciato l’America della guerra del Vietnam per venire in Italia a studiare, innamoratosi, leggendo L’istituzione negata, della rivoluzione avvenuta nel manicomio di Gorizia e in corso a Trieste. Amava ripetere, mescolando Cohen e Tobino, che la pazzia è “una crepa da cui sgorga una luce capace di sgominare tutte le ipocrisie”); c’è la storia dell’attore Carlo Colnaghi ‒ utente, peraltro consapevole e riconoscente a suo modo, dei servizi psichiatrici ‒ con la sua indisponibilità all’ordine, col suo sentirsi sempre in transito, col suo ostinato oscillare tra la strada e il desiderio di riconoscimento e col suo incontrarsi e collidere con Sorrentino e con Tornior, ma soprattutto col regista Daniele Segre (col quale interpreterà Manila Paloma Blanca e andrà al festival di Venezia); c’è poi una breve nota finale dove si dice del riflusso di questa esperienza a partire dagli anni 90. Ci sono infine, cuore del testo, le storie struggenti dei “paz.”: i pazienti. E qui l’incisività di scrittura e l’abilità di costruzione dell’autrice emergono al loro meglio. A quarant’anni dalla Legge Basaglia una riflessione narrativamente coinvolgente sull’istituzione psichiatrica.

Casa editrice:

Einaudi

Anno di pubblicazione: 2022

Luogo di pubblicazione: Italia

Numero di pagine: 224

Prezzo: € 17,00

ISBN: 9788806252663

Diritti stranieri: Valeria Zito

Premi: Premio Calvino 2021

Scarica Rassegna stampa

Altro nulla da segnalare

Francesca Valente

Francesca Valente è nata ad Asti nel 1974 e abita a Torino. È stata traduttrice dall’inglese, dal francese e dal giapponese. Ha scritto il libro per bambini Il miele. Tutti i segreti delle api (Slow Food Editore, 2010). Dal 2014 è copywriter in un’agenzia di pubblicità. Suoi testi sono stati musicati dai jazzisti Francesco Aroni Vigone e Stefano Risso. Ha studiato giapponese a Ca’ Foscari di Venezia e Arte Contemporanea all’UCLA ed è vissuta in Giappone.

Share: