Il sito è in lavorazione. Ci scusiamo di eventuali inconvenienti.

Il libro italiano nel mondo

ApprofondimentiIn altre lingue

Il libro italiano in Grecia

Autore: Istituto Italiano di Cultura di Atene

Il libro italiano in Grecia

In ambito letterario, l’Italia ha da sempre avuto una presenza di grande rilievo nel mondo greco. Le opere dei grandi autori del passato (Dante, Boccaccio, Petrarca, Goldoni…) sono state ripetutamente tradotte e continuano a suscitare l’interesse di molti traduttori greci contemporanei. La Divina Commedia (tradotta nel 1932 dal grande scrittore greco Nikos Kazantzakis) conta numerose e importanti traduzioni. Le opere di autori del diciannovesimo e ventesimo secolo, come Pirandello, Svevo, Manzoni, Levi, Pavese, Montale, Eco, Moravia, Calvino, Buzzati, Pasolini, Rodari e tantissimi altri, sono state apprezzate in traduzione da molti lettori greci.

Con l’apparizione negli ultimi anni di scrittori che hanno avuto un impatto significativo sulla scena internazionale (Baricco, Tabucchi, Camilleri, De Luca, Piperno, Ferrante etc.), la presenza di libri italiani in Grecia si è fatta assai più importante. Molte case editrici greche hanno contribuito attivamente e continuano a lavorare per la diffusione del libro italiano in Grecia (tra le altre, a titolo d’esempio, si possono menzionare: Patakis [Πατάκης], Kastaniotis [Καστανιώτης], Agra [Άγρα], Kelefthos [Κέλευθος], Metaixmio [Μεταίχμιο], Psichogios [Ψυχογιός], Ikaros [Ίκαρος], Hellinika Grammata [Ελληνικά Γράμματα]  ed altre). Molti traduttori greci hanno legato gran parte della loro carriera a uno scrittore italiano, come, ad esempio, Efi Callifatidi a Umberto Eco; Anteo Crisostomidis a Antonio Tabucchi e Italo Calvino; Anna Papastavrou a Erri De Luca e Alessandro Baricco; Aby Raikou a Valerio Massimo Manfredi; Fotini Zervou a Andrea Camilleri. Benché non ci sia in Grecia una casa editrice dedicata esclusivamente alla pubblicazione di libri italiani tradotti, e nonostante il settore editoriale attraversi oggi una situazione difficile, la presenza del libro italiano in Grecia è comunque in crescita.

Anche grazie ai premi conferiti in Italia, tra cui, in particolare, il Premio Strega, che ha spesso influenzato favorevolmente in Grecia la sorte di libri e di scrittori noti, ma anche meno noti, molti libri sono stati tradotti e continuano ad essere tradotti in lingua greca. Tra i più recenti, possiamo, in particolare, citare Inseparabili di Alessandro Piperno, La ferocia di Nicola Lagioia, Le otto montagne di Paolo Cognetti, La solitudine dei numeri primi di Paolo Giordano, Come Dio comanda di Niccolò Ammaniti, Buio di Dacia Maraini, Non ti muovere di Margaret Mazzantini, Via Gemito di Domenico Starnone. Ma sarebbe impossibile fare un elenco di tutti i libri italiani tradotti in lingua greca. La lista sarebbe lunghissima e sicuramente molti libri rischierebbero di non essere inclusi.

In tempi più recenti, la presenza di varie istituzioni ha contribuito alla diffusione della cultura italiana in Grecia, come la Scuola Archeologica Italiana di Atene (1909), la Scuola Statale Italiana (presente dal 1956 ad Atene), il Centro Europeo per la Traduzione (EKEMEL) attivo da più di dieci anni, il Comitato Dante Alighieri e ovviamente l’Istituto Italiano di Cultura ad Atene. Quest’ultimo, per promuovere il libro italiano tradotto in lingua greca, ha istituito vari premi per la traduzione di prosa, poesia e teatro.

Un ultimo cenno, infine, merita il teatro. Il successo degli autori italiani, dai classici, come Goldoni, agli autori contemporanei, come Luigi Pirandello e Dario Fo, ripetutamente tradotti e messi in scena nei teatri greci ha certamente dato un contributo importante alla traduzione di titoli italiani.

 

Share: