Cerca nel catalogo

Ricerca avanzata nel catalogo dei libri di New Italian Books

Skip to content Skip to footer

Sul finire dell’inverno del 1943, in Russia, due prigionieri scappano da un campo di prigionia vicino al Mar Baltico, prendendo in ostaggio il loro secondino. A raccontare la storia è Attilio Limonta, alpino anarchico italiano (con un passato da contrabbandiere sul lago di Como) nato nel 1919 e determinato a sopravvivere a qualsiasi costo. Il lettore partecipa alle sue emozioni e ai suoi pensieri, e alla fatica di intraprendere questo viaggio con due compagni che non ha scelto e con i quali non si sente al sicuro. La convivenza forzata e le condizioni estreme porteranno alla luce i veri sentimenti dei tre viaggiatori: la fuga si trasforma in una ricerca di libertà, in una migliore comprensione di sé e degli altri, attraverso la condivisione di momenti vissuti in una dimensione pre-verbale. I dialoghi conservano la lingua originale dei personaggi, generando un effetto straniante e un\’esperienza ancora più immersiva per il lettore. Perché proprio questo è il punto: non serve molto per capirci l\’un altro, perché anche se non parliamo la stessa lingua, siamo tutti umani.


Radice Teresa, Turconi Stefano

Teresa Radice e Stefano Turconi sono compagni nella vita e nel lavoro. Con BAO Publishing hanno pubblicato Il Porto Proibito (2015),  Non stancarti di andare (2017), i due volumi della serie per i più piccoli Orlando Curioso tra il 2017 e il 2018, Tosca dei Boschi (2018), il primo volume della serie Le ragazze del Pillar (2019), la riedizione di Viola Giramondo (2020) e La terra, il cielo, i corvi (2020).